FABRIZIO SALINI SU SANREMO 2020

Ai microfoni di Rainews 24, l’AD della Rai Fabrizio Salini, a proposito di Sanremo 2020 dice: “Prima il metodo, poi il concept”, ha sintetizzato cos? il percorso che intende portare avanti per la realizzazione dell’edizione numero 70 del festival alla quale la tv pubblica tiene particolarmente e aggiunge?”Vogliamo mettere al centro il progetto, il racconto di Sanremo, poi verranno i nomi”.
Per questo ha riunito, tra le sedi di Viale Mazzini a Roma e di Corso Sempione, i rappresentanti dell’industria e di tutta la filiera musicale coinvolta nel festival. Sul tavolo, alcune questioni centrali: la selezione dei cantanti e il meccanismo di gara; le giurie e le votazioni; il potenziale conflitto di interessi del direttore artistico; la lunghezza dei brani.
Obiettivo, realizzare un “Sanremo migliore”, ascoltando il punto di vista dei principali interlocutori, con esperienze e sensibilit? diverse.
Oltre a Salini, hanno partecipato alla riunione il direttore di Rai1 Teresa De Santis, il vicedirettore Claudio Fasulo, la direttrice di Radio2 Paola Marchesini; e ancora il ceo di Fimi Enzo Mazza; Filippo Sugar (Sugar) e Dario Giovannini (Carosello) in rappresentanza delle case discografiche indipendenti; il presidente della Pmi Mario Limongelli; il presidente Assomusica Vincenzo Spera; il presidente Afi Sergio Cerruti; il presidente del Mei Giordano Sangiorgi; Enrico Capuano dell’Associazione italiana artisti; il distributore Claudio Ferrante; gli organizzatori di eventi Francesco Barbaro e Massimo Bonelli; il sondaggista Antonio Noto; l’esperto del settore Stefano Senardi; il dirigente di Audiocoop Marco Mori; Christian Perrotta della Rete dei Festival; il giornalista musicale Andrea Spinelli presidente della sala stampa a Sanremo, la responsabile dell’Italia Music Export della Siae, Nur Al Habash.
Tante le novit?, snocciolate dall’AD tra le pi? importanti,? pi? spazio ai giovani.

 

Redazione