GIORGIO PANARIELLO FA PIANGERE I TELESPETTATORI

Giorgio Panariello
Giorgio Panariello a Domenica In

Giorgio Panariello, attore, comico, showman, conduttore e? giudice a ?Tale Quale Show?, nella trasmissione condotta dal suo amico Carlo Conti su?Rai1?in prima serata, terminata la scorsa settimana, oggi ? stato ospite di?Mara Venier?a ?Domenica In?? primo ospite di una puntata richissima.

Un intervista a tutto tondo, gli esordi nel mondo dello spettacolo, insieme a un?Carlo Conti?ragazzino e?Leonardo Pieraccioni, una carrellata di clip di una televisione che non esiste pi?, fatta di monologhi, spalle e tanta professionalit? e sopratutto risate.

L?intervista a Panariello inizia come una chiacchierata tra amici, un tono molto conviviale e di grande amicizia con ?Zia Mara?, lo showman toscano chiede alla padrona di casa, se si ricorda quando facevano insieme tv e non avevano gli occhiali, risate e ricordi di tanto tempo fa.

L?intervista cambia marcia quando in studio vanno in onda le foto dell?infanzia di un Panariello durante i suoi compleanni, la scuola e i momenti felici sempre con la nonna, a cuore aperto lo showman ripercorre la sua vita non proprio facile, cresciuto senza un pap? che non ha mai conosciuto e senza la mamma, un intervista toccante scandida dalle lacrime del grande uomo di spettacolo che ha commosso tutto lo studio di ?Domenica In?, ?Zia Mara? e i telespettatori a casa che sui social hanno commentato la trasmissione, andata in tendenza topic durante tutta la puntata e quando dice: ?Non ho mai saputo chi fosse mio padre, vedevo mia madre solo nelle grandi occasioni, ma non ho alcun rancore. I miei nonni sono stati talmente genitori che non mi hanno mai fatto sentire la mancanza dell?affetto familiare, perch? io due genitori li avevo?.

Molto forti poi le immagini di una trasmissione andata in onda anni fa, riproposta al pubblico di ?Domenica In?? dove?Giorgio Panariello? aveva fatto un monologo dedicato al pap? mai conosciuto, un pezzo di televisione ricco ed emozionante, che ha delineato il carattere sensibile dell?artista.

Fontal