NADIR MALIZIA: “Vita su quattro ruote”

Nadir Malizia
Da ben 43 anni vivo con la mia disabilit? che ho saputo trasformare in qualcosa di positivo. Mi chiamo Nadir Malizia sono un giurista che si occupa di disabilit? e non solo. Ho scritto nel 2015 un libro autobiografico dove racconto la mia testimonianza personale e sociale sul tema della disabilit? e altri temi interessanti dal titolo “vita su quattro ruote” edito dalla casa editrice Gruppo. C1V Edizioni di Roma.
Ho voluto scrivere questo libro, semplicemente per far capire che avere una disabilit? non significa che la vita ? finita, ma che un nuovo inizio. Certo le difficolt? esistono ? inutile nasconderlo ma niente ? impossibile. Come sosterr? sempre, siamo noi che la maggior parte delle volte ci creiamo dei limiti.
C’? una frase del libro che a molti dei giornalisti che mi ha intervistato ? piaciuta molto. ? questa: “io mi sento un uomo normale in una societ? disabile che non vuole vedere al di l? dei propri occhi”
Questa frase fa riflettere e ha fatto riflettere. Ancora oggi la disabilit? viene vista come un qualcosa da tenere distante a margine (anche se le cose sono migliorate). Ma perch? la diversit? viene vista ancora come un qualcosa di negativo?
Come ho detto all?inizio sono giurista e mi occupo di disabilita, facendo anche un convegno con L’AMI (Associazione Matrimonialisti Italiani) in materia di disabilit?. Da febbraio sono socio della associazione italiana avvocati dello sport dove mi occuper? di sport e sport e disabilit?. Sto anche studiando la materia per saperne di pi?. Vorrei continuare a portare la mia testimonianza, ovunque mi sia possibile anche in televisione. Non bisogna mai smettere di raccontare, perch? solo cos? possiamo avere una societ? migliore.
Nadir Malizia