OGNI MATTINA: UN PIANTO LO SHARE, NOVE DOPPIA TV8

Alessio Viola e Adriana Volpe
I conduttori di "Ogni Mattina" Alessio Viola e Adriana Volpe

Alessio Viola e Adriana Volpe, non convincono i telespettatori italiani, gli ascolti di “Ogni Mattina” un pianto, la rete sperava di fare il colpaccio, nonostante le maggiori reti tv pubbliche e private siano per lo più spente e in onda con trasmissioni relax, la loro trasmissione non decolla, nemmeno l’ospitata del Direttore di “Novella 2000” Roberto Alessi e le pagine di gossip sono riuscite a far alzare l’asticella Auditel di Tv8 .

Andando nel dettaglio ieri nella prima parte dalle ore 9.59 alle 11.55 hanno catturato solo 73.000 telespettatori e l’1.4% di share, mentre nella seconda parte ancora peggio la sorella minore di Sky si ferma all’1%.

Un bagno di sangue lo share, Sky pensava di fare man bassa di ascolti, partendo d’estate, i vertici tutto pensavano ma mai di raccogliere sotto i 100 mila telespettatori, tante i motivi del disastro.

Passando ai conduttori il vero punto debole del format, Alessio Viola valente mezzobusto di Sky da diversi anni con la sua impostazione da telegiornalista e la cartellina sempre in mano, mostrano un conduttore improvvisato non all’altezza del ruolo e sopratutto troppo serioso.

Adriana Volpe dopo l’epurazione da Rai2, il rilancio di Pechino Express nel 2018 e del Grande Fratello Vip 2020, pensava di poter attirare il pubblico della Rai, rimasto lo zoccolo duro della mattinata di Rai2, nemmeno la puntata del botta e risposta a Giancarlo Magalli gli ha portato bene, a parte qualche pagina di qualche rotocalco, nessuna rivincita per lei come titolava qualche sito minore online.

Ora resta da vedere se TV8 sia in grado di sostenere un format che non raggiunge il minimo sindacale di ascolti, considerando che il settore pubblicitario nel primo semestre del 2020, a causa dell’emergenza Covid-19, ha fatto crollare di oltre il 41% gli introiti pubblicitari, l’azienda potrebbe salvarsi solo chiudendo le trasmissioni che non raggiungono un minimo di ascolti e lanciare solo format che catturano per lo meno il 3% di share, considerando la rete e più appetibili per gli investitori pubblicitari.

Il competitor “Nove” nello stesso segmento orario con “Web Of Lies” ieri aveva segnato dalle 9.33 alle ore 10,27 il 3.2% di share e 142.000 spettatori e dalle 10.33 il 2.8%.

Marco Ferraglioni