REPORT: UNA NUOVA INCHIESTA PER RANUCCI

Il giornalista Sigfrido Ranucci

Lunedì 14 giugno alle 21.20 su Rai3 e RaiPlay, l’appuntamento con “Report” si aprirà con l’inchiesta di Giorgio Mottola e Norma Ferrara “Il segreto in fondo al mare”: sui fondali dello Jonio calabrese da ottanta anni giace il relitto di un piroscafo militare affondato durante la seconda guerra mondiale e carico di tritolo che sarebbe stato usato dalla ‘ndrangheta per i suoi attentati in Calabria e, in base ad alcune ipotesi investigative, addirittura per la strage di Capaci. 
Si passerà poi a “Il nostro caro Amazon” (di Emanuele Bellani, Greta Orsi, Edoardo Garibaldi) per chiedersi quale sia il vero costo di una spedizione di Amazon tra lavoratori soggetti a infortuni frequenti e con contratti precari e poco pagati, intere aree metropolitane inquinate dal via vai di camion e aerei cargo, negozi che chiudono perché non sono in grado di fare concorrenza ai prezzi di un colosso mondiale. 
E ancora: nell’era della pandemia tutte le nostre comunicazioni si sono spostate online e, grazie agli smartphone, sono sempre a portata di mano. “In fuga da Whatsapp” (di Lucina Paternesi e Alessia Marzi) racconterà come, dopo l’entrata in vigore dei nuovi termini di servizio Whatsapp, lo scorso febbraio, in tanti, anziché accettare un’informativa poco chiara, abbiano iniziato a utilizzare altre app. 
“Fare cassa con la cassa” (di Giulia Presutti e Marzia Amico) affronterà la realtà della cassa integrazione Covid-19: secondo i dati Inps, l’hanno utilizzata 700 mila imprese per 7 milioni di lavoratori. Anche 2i Rete Gas, azienda leader nel settore della distribuzione di gas naturale, ha usufruito degli ammortizzatori sociali durante il primo lockdown, ma la distribuzione di gas naturale non si è mai fermata: perché allora la 2i Rete Gas ha ottenuto fondi pubblici destinati a chi subiva perdite per la pandemia? 
Infine “Testati” (di Antonella Cignarale e Marzia Amico) si interrogherà sulla confusione intorno alla gestione dei tamponi per diagnosticare il Covid-19: da regione a regione i prezzi cambiano con differenze anche di 20 euro per i test rapidi e fino a 60 euro per i molecolari.