Gli angoli più belli del Belpaese entreranno nelle case europee attraverso le cartoline del drone Leo

Gli angoli più belli del Belpaese entreranno nelle case europee attraverso le cartoline del drone Leo
Un drone per far “volare” l’Eurovision Song Contest 2022 e raccontare le bellezze artistiche, naturali e paesaggistiche italiane, sorvolando in lungo e in largo l’Italia per poi planare all’interno del Pala Olimpico di Torino. Accadrà nelle postcard che – durante le serate del 10, 12 e 14 maggio – saranno abbinate ad ognuno dei 40 Paesi in gara. Tutto è possibile grazie alla collaborazione con il Ministero del Turismo, Enit, la Regione Piemonte e la città di Torino che hanno sostenuto il progetto. Il protagonista sarà “Leo”, un drone curioso ed entusiasta, che – grazie a una tecnica di ripresa che unisce il drone acrobatico a quello stabilizzato, insieme alla Cgi e alla grafica in postproduzione – verrà chiamato ogni volta dai conduttori per lanciare i concorrenti in gara. Si parte dalla Sardegna, con Barumini abbinata all’Albania per arrivare – al termine della seconda semifinale – a Caserta, accostata alla Repubblica Ceca. Per la serata finale, invece, le cinque Big Five (Francia, Germania, Italia, Regno Unito, Spagna) saranno abbinate ad altrettanti luoghi suggestivi del Piemonte, la regione dell’Esc 2022.
Ecco gli abbinamenti tra Paesi in gara e le località italiane.

PRIMA SEMIFINALE – 10 maggio

Albania – Barumini (Sud Sardegna, Sardegna)
Lettonia – Merano (Bolzano, Trentino Alto Adige)
Lituania – Bergamo (Lombardia)
Svizzera – Termoli (Campobasso, Molise)
Slovenia – Civita di Bagnoregio (Viterbo, Lazio)
Ucraina – Firenze (Toscana)
Bulgaria – Castel del Monte (Barletta-Andria-Trani, Puglia)
Paesi Bassi – Ravenna (Emilia Romagna)
Moldavia – Urbino (Marche)
Portogallo – Genova (Liguria)
Croazia – Grinzane Cavour (Cuneo, Piemonte)
Danimarca – Procida (Napoli, Campania)
Austria – Castello di Miramare (Trieste, Friuli Venezia Giulia)
Islanda – Cortina d’Ampezzo (Belluno, Veneto)
Grecia – Selinunte (Trapani, Sicilia)
Norvegia – Lago di Scanno (L’Aquila, Abruzzo)
Armenia – Cascata delle Marmore (Terni, Umbria)

SECONDA SEMIFINALE – 12 maggio

Finlandia – Laghi di Fusine a Tarvisio (Udine, Friuli Venezia Giulia)
Israele – Manarola – Cinque Terre (La Spezia, Liguria)
Serbia – Rocca Calascio (L’Aquila, Abruzzo)
Azerbaigian – Varenna (Lecco, Lombardia)
Georgia – Burano (Venezia, Veneto)
Malta – Abbazia di San Galgano a Chiusdino (Siena, Toscana)
San Marino – Roma (Lazio)
Australia – MART Rovereto (Trento, Trentino Alto Adige)
Cipro – Monte Cervino (Aosta, Valle d’Aosta)
Irlanda – Matera (Basilicata)
Macedonia del Nord – Cala Luna a Dorgali, golfo di Orosei (Nuoro, Sardegna)
Estonia – Sacra di San Michele a Sant’Ambrogio di Torino (Piemonte)
Romania – Le Castella ad Isola di Capo Rizzuto (Crotone, Calabria)
Polonia – Scala dei Turchi a Realmonte (Agrigento, Sicilia)
Montenegro – Monte Conero (Ancona, Marche)
Belgio – Perugia (Umbria)
Svezia – Rimini (Emilia Romagna)
Repubblica Ceca – Reggia di Caserta (Campania)

BIG FIVE – 14 maggio

Francia – Risaie di Cavour (un canale per le risaie costruito da Cavour a Torino subito dopo l’unificazione italiana, a Chivasso, Piemonte)
Germania – Torino Lingotto (Piemonte)
Italia – Mole Antonelliana, Torino (Piemonte)
Regno Unito – Orta San Giulio (Novara, Piemonte)
Spagna – Alagna Valsesia (Vercelli, Piemonte)

Sebastiano Depperu