Tra Livorno e Grosseto con Linea Verde Estate

“Terra antica di forti femmine, tra viti, forteti e onde di passioni”

(none)

Un viaggio nella provincia di Livorno e Grosseto, in Toscana. Lo propone il nuovo appuntamento con “Linea Verde Estate”, condotto da Angela Rafanelli e Peppone Calabrese, in onda domenica 24 luglio alle 12.20 su Rai 1. Si parte dalla Tenuta San Guido, a Bolgheri, una sorta di tempio del naturale per ammirare la straordinaria bellezza dei puledri della razza Dormello-Olgiata, discendenti dal figlio del vento, Ribot, il cavallo più vincente della storia dell’ippica italiana. Si va poi “nel cuore della terra”, alla scoperta del parco minerario di Campiglia Marittima: un’estensione di 450 ettari con musei, gallerie minerarie, un borgo medievale di minatori fondato mille anni fa, ma anche sentieri di interesse storico, archeologico, geologico e naturalistico. 
In sommario anche una storia di riscatto, di passione per la terra e per il proprio lavoro: a Bolgheri, l’ambizioso sogno di Cinzia e di suo marito Eugenio che diviene realtà, quello di produrre un vino, vera eccellenza italiana, in una delle cantine più blasonate al mondo. Da Campiglia Marittima, invece, una storia di imprenditoria al femminile. Qui, la giovane Ilaria, in una azienda agricola tutta biologica che mette insieme modernità assoluta, attenzione al superfood, verdure biologiche, olio extravergine di oliva e antiche tradizioni, coltiva anche la pesca castagnetana, un simbolo di queste campagne, prima che la vigna sfrattasse frutteti e orti. Dalle vaste necropoli alle cave di calcarenite, dai quartieri industriali all’acropoli, sede di edifici pubblici e sacri: a Piombino, la magia dell’area archeologica di Populonia, uno degli angoli più suggestivi della costa degli Etruschi, e luogo che dà il nome a questo tratto incantevole di costa toscana. “Non solo le compagne dell’aperitivo, ma da sempre le protagoniste delle fiere di paese”: a Venturina Terme, con Stefania e Marco, il recupero di una coltivazione che si era diffusa negli anni ‘50, anche nel nord Italia, quella delle arachidi e la loro torrefazione “mobile” nelle piazze per vendere le noccioline appena tostate. Si chiude con storia, curiosità e personaggi di Massa Marittima, un’affascinante cittadina medievale toscana di origine etrusca, capoluogo delle colline metallifere, nella zona nord della Maremma.

Fonte Ufficio Stampa Rai