Le comunità energetiche a Tg3 – Fuori Tg

Con Maria Rosaria De Medici ci sono Nicola Armaroli e Carlo Salvemini

Possono far risparmiare a famiglie e imprese fino al 25% sulle bollette, ma in Italia le comunità energetiche ancora non decollano. Eppure saranno la nuova frontiera per la transizione ecologica, sono pubbliche e dunque in contrasto con progetti e impianti che portano vantaggi quasi esclusivamente alle società che li gestiscono. Tra i Paesi europei l’esempio da seguire è il Portogallo, che ha annunciato di voler raggiungere l’80% del consumo di elettricità da fonti rinnovabili nel 2026 ed è all’avanguardia nello sviluppo di comunità energetiche autonome. Martedì 27 settembre a Tg3 – Fuori Tg, in onda alle 12.25 su Rai 3, se ne parla con Nicola Armaroli, dirigente di ricerca dell’Istituto per la sintesi organica e la fotoreattività del CNR, e con il sindaco di Lecce Carlo Salvemini, delegato ANCI all’energia e ai rifiuti. L’Italia è frenata dalle solite lentezze burocratiche, nonostante il PNRR destini alle comunità energetiche circa 2 miliardi di aiuti. Ma qualcosa si sta muovendo: ci provano piccoli comuni, come Ferla in Sicilia, e dovranno provarci anche le nove grandi città italiane, come Torino, Milano e Roma, scelte dall’Unione Europea per raggiungere l’impatto climatico zero entro il 2030. Tg3 – Fuori Tg è il programma di approfondimento del Tg3, a cura di Mariella Venditti e condotto da Maria Rosaria De Medici, in onda dal lunedì al venerdì in diretta dalle 12:25 alle 12:45 su Rai 3.

Fonte: Ufficio Stampa Rai