A “Tgr Petrarca” Francesca Fialdini

Obiettivo sul disagio giovanile

(none)

I disturbi alimentari dei giovani come punta dell’iceberg, il segno di un disagio più grande, tra relazioni, immagine di sé e giudizio altrui. Un tema al centro di Tgr Petrarca, la rubrica condotta da Matteo Spicuglia e della dedicata ai libri e al mondo della cultura, in onda sabato 2 marzo alle 12.55 su Rai 3. Ospite la conduttrice Rai Francesca Fialdini, autrice de “Nella tana del coniglio”, libro nato dalla trasmissione di Rai 3 “Fame d’amore”, dedicata proprio ai disturbi alimentari. “Sono storie di dolore e di rinascita – spiega Fialdini – ed è possibile guarire, ma serve il contributo di tutti perché le famiglie non possono essere lasciate sole”. È la storia di Valeria, una giovane campana di 24 anni, incontrata da Lara Martino: la sua battaglia contro l’anoressia messa nero su bianco in un diario ad immagini lungo cento giorni che potrebbe diventare presto un graphic novel. “Ora mi vedo bene – racconta – mi accetto e non mi dispiace più essere come sono, posso dire che oggi posso migliorare sempre di più”.
Il tema dell’accettazione e del giudizio è centrale nelle dinamiche vissute dagli adolescenti ed è anche in “Mai più”, l’ultimo libro di R. J. Palacio, scrittrice americana da milioni di copie con “Wonder”: un racconto nato come spin-off della storia con un filo rosso che lega le discriminazioni di oggi con quelle di ieri. Intervistata da Valentina Fizzotti, Palacio spiega il valore della gentilezza come antidoto al bullismo e alla violenza. 
Di stereotipi legati all’immaginario femminile parla invece Giusi Marchetta nel suo ultimo libro “Principesse”. Vicina ai temi dell’adolescenza, insegnante nei licei e alla Scuola Holden di Torino, la scrittrice – intervistata da Alessia Mari – mette in discussione i luoghi comuni sulle donne, già scalfiti dalle eroine tv anni ‘90. Ma le bambine intervistate nel libro spiazzano tutti: vogliono ancora essere principesse.  “Il problema non è la principessa, – spiega Marchetta – ma i prìncipi, sono tutti uguali e le nuove generazioni vogliono più scelta”.
È dedicato alle donne anche “Le incantatrici” di Daniela Musini, un viaggio nella storia dell’universo femminile. Da Circe a Ildegarda di Bingen, da Wallis Simpson a Marlene Dietrich, fino ad Ava Gardner e Liz Taylor. “È il ritratto di 33 donne che attraverso la fascinazione e il talento hanno davvero sedotto e cambiato il mondo”, spiega l’autrice intervistata da Antimo Amore.
Infine, il valore e la funzione del servizio pubblico: quando la televisione racconta la realtà, le sue contraddizioni, guardando in faccia i problemi e cercando soluzioni. Marco Procopio ne ha parlato con la storica dei media Giuliana Galvagno che ha ripercorso alcune pagine di servizio della storia della Rai, a settant’anni dalle prime trasmissioni. 
In chiusura, i consigli di lettura affidati questa settimana alla libreria Ubik di Potenza.

Redazione