Il Paraguay e le riduzioni gesuitiche a “A Sua Immagine”

“Le ragioni della Speranza” esplora la realtà delle missioni dei gesuiti nel paese sudamericano

(none)

“A Sua Immagine”, il programma di approfondimento religioso di Rai Cultura, in collaborazione con L’Opera Romana Pellegrinaggi ha realizzato nove puntate de “Le ragioni della speranza” in Paraguay alla scoperta delle missioni dei gesuiti che andranno in onda su Rai 1 alle 16.30 a partire da sabato 8 giugno. 
Un lungo viaggio che parte da Asunciòn e termina al confine con il Brasile, sull’itinerario che percorsero i missionari del tempo. Immortalate dalle immagini del film “Mission” di Rolande Joffe e dalle note di Ennio Morricone, le Riduzioni, le missioni gesuite in Paraguay, fanno da scenario al commento dei passi del Vangelo di don Marco Pozza, cappellano del carcere Due Palazzi di Padova, accompagnato da don Giovanni Biallo, assistente spirituale dell’Opera romana pellegrinaggi. 
30 Riduzioni, di cui 7 in Paraguay che raggiunsero quasi 150 mila abitanti che generarono nel ‘600 il più grande e geniale esperimento di cooperazione allo sviluppo mai tentato. Nel suo viaggio in Paraguay, nel 2015 Papa Francesco disse che il paese «è noto in tutto il mondo per essere stato la terra dove iniziarono le “Riduzioni”, una delle più interessanti esperienze di evangelizzazione e di organizzazione sociale della storia». 
Un patrimonio culturale, artistico, religioso ancora vivo e reso autentico dalla ospitalità e la calda accoglienza del popolo paraguaiano. Autentiche pietre vive di una spiritualità più facile da sentire che da raccontare. 
L’esperienza delle “Riduzioni”, dal 1609 al 1773, riuscì a creare delle comunità autosufficienti in grado di produrre il necessario per vivere, dove era insegnato il catechismo, s’imparavano i mestieri artigianali, si viveva la comunanza dei beni, si valorizzava la cultura dell’antichissimo popolo Guaranì, non cancellando le differenze, dove «non c’era fame, non c’era disoccupazione, né analfabetismo né oppressione». 
Una «esperienza storica – spiega Papa Francesco – che ci insegna che una società più umana è possibile anche oggi quando c’è amore per l’uomo», condizione necessaria per «creare le condizioni affinché tutti abbiano accesso a beni necessari, senza che nessuno sia escluso». Oggi le Riduzioni sono diventate un suggestivo itinerario turistico patrimonio dell’UNESCO e restano nella storia come il modello più riuscito di integrazione tra europei e nativi panamericani.

La prima e la seconda puntata sono ambientate nella capitale Asunción in alcuni dei luoghi chiave e suggestivi per capire le coordinate storico-geografiche essenziali che ci permettano di inquadrare la storia del Paese, delle “Riduzioni” e dei santi paraguaiani, San Roque Gonzales e la Beata Maria Felicia, detta “Chiquitunga” (la piccolina). 
La terza e la quarta puntata si snoderanno nella grande Asunción nei luoghi di Luque, Aregua, Lago Ypacaraì, e si concluderà a Caacupè nella basilica di Nostra Signora dei Miracoli dove Papa Francesco fece un celebre discorso sulla donna paraguayana. 
La quinta puntata parte dalla stazione ferroviaria di Pirayù, attraversa parte del Cammino francescano dove resta la splendida chiesa di san Bonaventura e si conclude nella prima Riduzione di San Ignacio Guazù. 
La sesta puntata transita per Santa Rosa de Lima, fondata nel 1698 dal padre gesuita Ranzonier, e continua verso San Cosme y Damian, dove, oltre a una delle più importanti Riduzioni, troviamo il Planetario Buenaventura Suárez dove si può comprendere l’interpretazione delle stelle dei Guaranì. Si arriva, poi, a Encarnation, per la settima puntata, che mantiene forti vincoli con l’antistante città argentina di Posadas, collegata ad essa attraverso il ponte stradale e ferroviario San Roque González de Santa Cruz. Ultima tappa della puntata: la missione gesuita della Santisima Trinidad del Paranà la più grande e la meglio conservata delle Riduzioni che si concluderà con uno spettacolo sulla cultura dei guaranì. 
Ottava puntata a Yerbatera Selecta: dove è possibile osservare l’intero ciclo di produzione della yerba mate. A Jesus de Tavarangue, troveremo una delle Riduzioni sito Unesco con la chiesa, officine, case dei Guaraní, il teatro TAVA e la proiezione in 3D della storia delle Riduzioni e dei gesuiti. 
Nona e ultima puntata ambientata nelle suggestive cascate di Monday Falls e in una delle più grandi centrali idroelettriche del mondo, la Diga di Itapù, che produce energia pulita per riflettere sui temi dell’ecologia integrale tanto cara a Papa Francesco. L’esperienza delle Riduzioni sarà raccontata anche attraverso le lettere che i gesuiti del tempo spedivano ai loro familiari in Europa, con stralci significativi che comunicano la loro esperienza sul campo.
“Le ragioni della speranza”, prodotto da Rai Cultura è un programma di Laura Misiti e Gianni Epifani. Con don Marco Pozza. Regia di Marco Brigliadori.

Redazione