Incoronata Boccia: da giornalista del TgR Sardegna a Vice Direttrice del Tg1

Incoronata Boccia classe 78 (nata ad Abbasanta), l’abbiamo vista in questi ultimi anni alla conduzione di molti format targati Rai, tanto per citarne qualcuno “Agorà Estate” su Rai3, “Unomattina Weekly” su Rai1 con buoni risultati, in ultimo a “100 anni di notizie” su Rai3 dove ha registrato degli ottimi ascolti tv, nell’ultima puntata in cui ha avuto ospite Bruno Vespa, ha segnato 424.000 spettatori con il 4.8% di share con punte oltre il 6%.

La Boccia ha dietro le spalle più di 21 anni di gavetta in Rai, ha iniziato la sua carriera nell’azienda di stato come inviata de La Vita in Diretta, condotto all’epoca da Michele Cucuzza, rimanendovi per cinque anni, per poi passare a Rai Sardegna, sua regione natale, dove è stata anche caporedattrice per un lungo periodo, caratterizzata da un eloquio conviviale, decisa, professionale e di buona presenza ha dimostrato di avere i numeri.

De che se ne dica è una giornalista equilibrata, sganciata da tanti meccanismi tipici di altri, è destinata a fare una grande carriera sul piccolo schermo, fermo restando che sta facendo già un ottimo lavoro anche al Tg1 come Vice Direttrice del telegiornale più visto d’Italia.

BlogSocialTv che monitora tutte le reti censite da Auditel, ritiene che la scelta fatta dai vertici, ossia di affidare alla Boccia sia la conduzione che un ruolo apicale in azienda, è sicuramente un ottimo segnale per le donne che vogliano intraprendere la professione di giornalista.

 Incoronata Boccia da quello che dicono le cronache ha dato grande prova di preparazione, basti pensare che a soli 21 anni, aveva sostenuto già 26 esami in 24 mesi con una media di 29 trentesimi presso la facoltà di Scienze della comunicazione alla Sapienza di Roma, a differenza di molte sue colleghe conduttrici che si sono laureate in tarda età, la maggior parte con percorsi triennali in Università private.

Iscritta all’ordine dei giornalisti professionisti a soli 22 anni, dal 24 luglio del 2000, ex componente dell’Usgrai (Unione Sindacale Giornalisti Rai), ha dimostrato in questi anni determinazione, sempre rispettosa del prossimo da quello che si sente dire nei corridoi dell’azienda televisiva di stato, si sta dedicando anima e corpo al lavoro, nonostante sia mamma a tempo pieno di due splendidi bambini.

Pochi sanno che la sua carriera in tv e nel giornalismo è iniziata al Tg5, dove, ancor prima di completare gli studi universitari, ha svolto due sostituzioni sotto la guida di Enrico Mentana.

Marco Ferraglioni