POMERIGGIO CINQUE: I RISULTATI ARRIVERANNO CON LA MERLINO

“Pomeriggio Cinque”, la trasmissione del pomeriggio di Canale5 ha cambiato tutto, tranne il nome, Myrta Merlino in questi giorni è sotto gli occhi dei riflettori dei maggiori analisti e giornalisti che trattano televisione, qualcuno equilibrato, qualcun altro un pò meno, molti scrivono dimenticandosi i risultati in esordio di Alberto Matano, che ha preso le redini di “Vita in Diretta” nel 2020, e giustamente ha avuto tutto il tempo di strutturarsi.

Il format della Merlino ha cambiato pelle, narrazione e soprattutto argomenti rispetto a Barbara D’Urso che ha condotto per oltre 13 anni la trasmissione, praticamente l’edizione in corso ha dovuto rivolgersi ad un tipo di platea differente, più interessata alla cronaca nera, attualità senza sensazionalismi e tv trash.

Dall’analisi del Centro Studi Ascolti Tv della Europe Digital Media, commissionata da BlogSocialTv emergono delle criticità che in qualche modo azzoppano il talk show della Merlino, che qui elenchiamo:

  • il blocco pubblicitario che va in onda su Canale5, in concomitanza con la partenza “Vita in Diretta”, fa perdere non meno di 2 punti percentuali di share;
  • spesso gli ospiti non sono adeguati al tipo di argomenti trattati, purtroppo la logica degli amici degli amici non funziona in tv, è capitato anche che un ospite giornalista e scrittrice ( senza fare nomi) spesso ospite di Matano, si è sostituita a fare domande al posto della conduttrice partenopea a persone in collegamento in studio con “Pomeriggio Cinque“, scelte che penalizzano fortemente il format;
  • Il segmento saluti di ” Pomeriggio Cinque”, spesso dedicato al “Grande Fratello” che tra l’altro in questa edizione nemmeno sta brillando, fanno crollare anche il talk show pomeridiano della rete, tanto da fare scendere lo share spesso sotto il 10%;
  • Altro fattore da tenere presente, è che Myrta Merlino una delle conduttrici più autorevoli e credibili, della televisione italiana, si sta cimentando in argomenti che a La7 trattava in modo superficiale, la sua conduzione era incentrata più che altro sulla politica;
  • A Pomeriggio Cinque, manca una criminologa di riferimento, come molte trasmissioni dirimpettaie hanno, sulla falsa riga di Roberta Bruzzone, capace, diretta e con i giusti tempi televisivi.
  • Il tempo darà ragione a Piersilvio Berlusconi, che ha voluto rifondare di sana pianta la trasmissione, molti non ricordano che Alberto Matano nella sua stagione di esordio per esempio, il 30 ottobre 2020 segnava con “Vita in Diretta” il 14.7%, in presentazione il 13.6%, mentre la Merlino il 30 ottobre 2023 ha segnato nella prima parte il 15.9% di share, numeri non tanto differenti dall’esordio dell’ottimo Matano, al momento tra i migliori giornalisti e conduttori tv italiani;

Inoltre c’è da considerare che “Pomeriggio Cinque”, la prima puntata di esordio segnò il 20% circa di share, mentre in questi primi due mesi di programmazione spesso ha superato nelle punte il 18%, questo fa emergere sicuramente che la Merlino ha tutte le potenzialità di crescere ancora, naturalmente facendo le giuste modifiche e abituando i telespettatori al suo tipo di narrazione e figura.

Redazione