“Quarto Grado”. la strage di Altavilla Milicia e il caso di Liliana Resinovich

Venerdì 23 febbraio, alle ore 21.25, su Retequattro, torna l’appuntamento con “Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.
 
Il programma a cura di Siria Magri apre con la strage di Altavilla Milicia, in Puglia, dove Giovanni Barreca ha ucciso la moglie, Antonella Salamone, e due dei suoi tre figli, Kevin ed Emanuel, di 16 e 5 anni.
Dalle indagini si è scoperto che anche la figlia 17enne di Barreca avrebbe partecipato alle violenze e alle torture inflitte ai due fratelli e alla madre. Intanto gli inquirenti continuano a concentrarsi anche sui due ‘santoni’ che avrebbero aiutato Barreca: Massimo Carandente e Sabrina Fina. Qualcuno sapeva? Il massacro si poteva evitare?  
 
Al centro della puntata anche la vicenda di Liliana Resinovich, la donna ritrovata senza vita in un bosco vicino alla sua casa, a Trieste. I familiari della donna gettano ombre sul comportamento del marito Sebastiano Visintin, altri invece sospettano di Claudio Sterpin, l’amico speciale di Lily.
 
Confermati gli interventi di esperti e ospiti: tra questi, Carmen Pugliese, Luciano Garofano, Massimo Picozzi, Carmelo Abbate, Grazia Longo e Marco Oliva.
 
Si rinnova, infine, lo stretto rapporto tra “Quarto Grado” e i suoi telespettatori: una community molto attiva – i quartograders -, che ogni venerdì posta in diretta via social.

Redazione