SFUMA L’IPOTESI MATANO A “DOMENICA IN”

Alberto Matano di certo è uno dei conduttori che hanno caratterizzato la scorsa stagione televisiva, con i suoi ascolti tv, mai visti su Rai1 da oltre 15 anni nei giorni infrasettimanali con punte al 26%, di fatto il giornalista calabrese ha dimostrato che anche un mezzo busto può condurre e fare successo, come lui in passato solo Franco di Mare era riuscito ad avere successo nei talk show, a “Unomattina” 8 anni fa.

Anche in questo primo mese di programmazione “Vita in Diretta” nei giorni infrasettimanali sta avendo dei buoni risultati, ridimensionati sicuramente di 2, 3 punti di share verso il basso, dopo che “Pomeriggio5” è passato di mano a Myrta Merlino che pian piano sta trovando la quadra.

Problema differente è “Vita in Diretta Sabato” in onda su Rai1 proprio il sabato, da supplente per quattro puntate a Marco Liorni con il suo “Italia Si” che non ha mai brillato in realtà, ma che in ogni caso si era attestato sempre intorno al 16% di share, sempre 7 punti percentuali sotto Silvia Toffanin con Verissimo, in onda su Canale 5.

Una scelta azzardata quella di spendere Matano il sabato, con un tipo di platea incline ad una televisione più rilassata che non ha visto di buon occhio la cronaca nera, propinata anche nel weekend, il problema è anche il gruppo autorale, non aveva previsto per niente che tipo di platea si andava a mettere davanti al piccolo schermo.

Altro elemento che ha fatto sprofondare Alberto Matano, è stata la mancanza sicuramente del traino del “Paradiso delle Signore” che lascia di solito al conduttore una linea al 18% di share medio, probabilmente questo segmento doveva essere dato nelle mani di conduttrici, che già hanno condotto in questa fascia con dei risultati ottimi in passato.

Per la cronaca ieri “Vita in Diretta Sabato” mini ha segnato 904.000 telespettatori con l’11.3% di share, ascolti tv più che deludenti per la prima rete pubblica, è chiaro che con questi dati come ventilato da alcuni giornali giorni fa dell’ipotesi del dopo Mara Venier, di Matano alla guida di “Domenica In”, sarebbe un suicidio per Rai1.

Intanto “Domenica In” non è feudo da assegnare ad amici di amici, ma una trasmissione di una rete pubblica, pagata dai contribuenti italiani che deve essere condotta da una conduttrice (scelta più plausibile) di successo. che fa numeri da anni e che ha già condotto show dello stesso tipo, anche perché ieri “Verissimo” ha segnato il 23.6% di share nella prima parte con punte al 26%.

Tra le altre cose gira sempre più insistente in ambienti tv, il nome di una conduttrice alle prime armi alla guida della stagione 2024/2025 di “Vita in Diretta”, altra scelta sciagurata, che se mai si avverasse, ci sarebbe un crollo repentino della prima rete pubblica, anche per Matano funziona e come nei giorni dal lunedì al venerdì, su questo non ci piove.

Redazione